logo academy

Cos’è un wallet di criptovalute e come funziona

13 luglio, 2020
5 min
Cos’è un wallet di criptovalute e come funziona
Principiante
Cosa Imparerai

    Che cos’è un wallet di criptovalute? E’ uno strumento utile a proteggere i propri asset digitali. Ne esistono di varie tipologie, con diversi gradi di sicurezza e versatilità.

    Per cominciare a comprare, vendere o scambiare Bitcoin o qualsiasi altra criptovaluta, è necessario avere un wallet. Wallet significa letteralmente “portafoglio”. 

    La custodia delle criptovalute

    Il wallet è lo strumento che dà accesso alle proprie criptovalute. A differenza del tradizionale portafoglio che portiamo nella tasca dei pantaloni o a un conto bancario, il wallet non contiene fisicamente le nostre criptovalute. Queste si trovano sulla blockchain.  

    Sul wallet sono registrate la chiave privata, la chiave pubblica, l’indirizzo pubblico, lo storico delle transazioni e il saldo delle criptovalute che si possiedono.  

    L’elemento fondamentale di un wallet di criptovalute è la chiave privata. La chiave privata genera la chiave pubblica che a sua volta genera un indirizzo pubblico. 

    L’indirizzo pubblico, come è intuibile dal nome, può essere condiviso con tutti. Se ad esempio un amico ci vuole inviare dei bitcoin, gli daremo l’indirizzo pubblico del nostro wallet che, in questo senso, funziona come un iban bancario. 

    La chiave privata, invece, è da custodire con cura. Solo con la chiave privata, infatti, si possono autorizzare transazioni dal proprio wallet a quello di qualcun altro, e fornire una prova crittografica della provenienza dei propri bitcoin.

    Un trasferimento di proprietà, non di fondi

    Abbiamo detto che il wallet non contiene fisicamente le criptovalute, ma che queste sono sulla blockchain a cui si può accedere con la propria chiave privata. Come funziona, quindi un invio di criptovalute?

    Prendiamo come esempio l’invio di un bitcoin al nostro amico Marco. Nel momento in cui autorizziamo una transazione di 1 bitcoin dal nostro wallet, non facciamo altro che sottoscrivere la proprietà di quel bitcoin all’indirizzo del wallet di Marco. In altre parole, nel momento in cui inviamo 1 bitcoin al wallet di Marco, la blockchain registra in modo permanente e immutabile che quel bitcoin è ora di sua proprietà. 

    La regola d’oro

    Non è il bitcoin che si sposta, ma è il suo proprietario che cambia. Il wallet è il tuo piccolo angolo di blockchain a cui puoi accedere solo tu e che mostra la percentuale di criptovalute di tua proprietà.

    Hot wallet e cold wallet: la differenza

    I wallet possono essere definiti: “hot” e “cold” a seconda di come operano. Dall’inglese “caldo”, è chiamato hot wallet perché connesso a internet, mentre i wallet “freddi” (cold) restano per la maggior parte del tempo offline. 

    L’Hot wallet, il tuo portafoglio

    Sono wallet online, in media meno sicuri, ma permettono di usare le proprie criptovalute comodamente e velocemente, offrendo più servizi dei cold wallet.  Possono essere delle app, dei programmi per desktop, dei siti web, o wallet di un exchange.

    Sono l’ideale per chi vuole iniziare un percorso nel mondo delle criptovalute, perché sono più semplici da usare e aiutano a capire le meccaniche del mercato poco alla volta, senza rischiare di dover gestire da soli i propri investimenti. 

    Inoltre, essendo connessi a Internet e quindi alla blockchain, permettono di acquistare e vendere le criptovalute in pochi minuti. In momenti di grande volatilità del mercato, ovvero quando i prezzi salgono e scendono molto velocemente, è fondamentale per un investitore poter operare con immediatezza, sia per contenere eventuali perdite, sia per ottenere il margine di guadagno desiderato. 

    È bene tener presente che gli hot wallet sono più vulnerabili dei cold wallet ad attacchi hacker e tentativi di phishing, proprio in virtù del fatto che sono connessi ad internet. 

    Il problema della sicurezza degli account è centrale per ogni azienda che offre servizi di custodia di criptovalute, come un exchange. Perciò, anche quando le procedure di accesso ai tuoi fondi sembreranno un po’ macchinose e con diversi passaggi da effettuare, sono in realtà strategie per proteggere le tue criptovalute.

    Il Cold wallet, la tua cassaforte

    Sono wallet offline, quindi più sicuri, ottimi per conservare investimenti di largo taglio e a lungo termine. Ne esistono di diverse varietà, ciascuna con delle proprietà uniche.

    Anche questi possono essere app o programmi per desktop, ma non sono connessi a internet. Questo non li rende del tutto immuni, dal momento che anche un computer o uno smartphone può essere colpito da virus o hackerato. Il cold wallet più sicuro di tutti è quello hardware (in chiavetta usb) o di carta (paper wallet). Il paper wallet tuttavia, non permette l’uso diretto delle criptovalute, poiché non fa altro che tenere al sicuro la chiave privata, ossia il codice di accesso alle proprie criptovalute.

    Come una cassaforte, tengono molto al sicuro la maggior parte delle proprie criptovalute a discapito della facilità d’uso e della possibilità di utilizzarle con immediatezza.

    Abbiamo imparato che cos’è un wallet di criptovalute, come funziona e che differenza c’è tra hot e cold wallet. Custodire i propri Bitcoin (o altre crypto) è facile, basta prendere qualche accorgimento e conoscere il funzionamento delle transazioni.

    differenza tra cold wallet e hot wallet
    Correlati