logo academy

Che cosa sono i Domini NFT?

20 ottobre, 2022

7 min

Che cosa sono i Domini NFT?
Principiante

I domini NFT sono la chiave che permette a tutti di navigare nel Web3. Ma cosa c’entrano i domini internet con gli NFT? Scopriamo prima di tutto cosa sono gli NFT e come funzionano, per poi capire quali proprietà dei domini basati su blockchain li rende fondamentali per il futuro di internet.

Cosa sono gli NFT?

Potresti aver sentito parlare di immagini “NFT” dai tuoi amici o nei notiziari, ma di cosa si tratta esattamente? Gli NFT, o token non fungibili, sono beni digitali unici che vengono memorizzati su una blockchain. Infatti, il significato di NFT è “token non fungibile”, ovvero che non può essere sostituito con qualcos’altro, come nel caso di un’opera d’arte o di un passaporto. I beni fungibili, come una banconota o un lingotto d’oro, invece, possono essere facilmente sostituiti da un altro oggetto identico

Ogni NFT su blockchain contiene codici di identificazione e metadati che lo distinguono dagli altri e non può essere replicato o modificato: sono queste proprietà, che derivano dalla loro tecnologia, a rendere gli NFT non fungibili. 

Per creare un NFT e dunque registrarlo su una blockchain, è necessario il cosiddetto processo di minting. Quando un bene digitale viene coniato sulla blockchain, diventa un token che viene memorizzato nel wallet di chi l’ha creato o mintato. Per questo il mint di NFT corrisponde a “tokenizzare” asset tradizionali per trasporli su blockchain. I token non fungibili possono essere tracciati e verificati dalla rete, il che li rende sicuri e difficili da falsificare. Gli NFT, in particolare, forniscono una prova di autenticità o di proprietà di uno specifico bene unico. Ora che sappiamo cosa sono gli NFT, cerchiamo di capire a quali possibilità potrebbero aprire.

A cosa servono gli NFT: vantaggi e utilità 

Rispetto a semplici file o asset digitali, gli NFT hanno 3 principali vantaggi:

  • Trasparenza, in quanto la loro proprietà può essere verificata da chiunque sulla blockchain.
  • Portabilità, che consente il trasferimento rapido e semplice di beni tra utenti, soprattutto grazie all’interoperabilità della blockchain.
  • Decentralizzazione, perché non sono controllati da alcuna autorità centralizzata, ma sono basati sui network distribuiti delle blockchain

Ma a cosa servono gli NFT? Non sono stati certo inventati per prendere polvere nel tuo wallet. Gli NFT possono essere utilizzati per digitalizzare i propri asset, monetizzare la proprietà intellettuale e verificare l’autenticità degli asset fisici su Internet. 

Allo stato dell’arte, gli NFT possono quindi avere diverse funzioni. Facciamo alcuni esempi di NFT, ovvero di oggetti tokenizzati su blockchain:

  • Documenti e certificati (licenze, diploma di laurea);
  • Oggetti da collezione (arte, sport, lusso);
  • Immobili (del mondo virtuale o fisico);
  • Biglietti per eventi di ogni tipo.

Tutto chiaro fin qui? Se la risposta è negativa, prenditi del tempo e approfondisci ulteriormente nell’articolo dedicato a cosa sono e come funzionano gli NFT.

Anche i nomi di dominio su internet possono essere token non fungibili, così da assolvere la funzione di identità digitale: scopriamo cos’è un dominio NFT e quali sono i suoi altri scopi.

Dominio NFT: cos’è e come funziona?

I domini internet tradizionali, come quelli a cui siamo abituati nel Web2, sono semplicemente gli indirizzi di siti web che digitiamo nel browser, ovvero nomi come youngplatform.com. Tuttavia potrebbero essere molto di più, evolvendosi in domini NFT.

Lo sviluppo della tecnologia blockchain apre ad un nuovo regno di possibilità sul web, in particolare per i domini. I domini NFT sono essenzialmente una suite di smart contract, un termine elegante per indicare un software sviluppato su una blockchain. Il fatto che questi domini siano basati su blockchain significa che, invece di un’azienda, a controllare il dominio sei tu, in quanto è solo il proprietario del dominio NFT ad avere il potere sui dati associati a questo. Inoltre, essendo costruito su blockchain, chiunque può visualizzare i dati memorizzati sul dominio NFT, con un livello di trasparenza che rispetta comunque la privacy del proprietario, grazie alla crittografia. A ciò si aggiunge il vantaggio di una maggiore sicurezza: solo tu hai il potere di effettuare aggiornamenti e modifiche al tuo dominio NFT: nessuno può censurare i contenuti o cambiare le politiche di privacy del dominio che possiedi a tua insaputa. 

Tutto questo per dire che grazie ai superpoteri della blockchain, finalmente si è trovato il modo di offrire a tutti un modo più sicuro di navigare in Internet, restituendo al contempo il controllo su ciò che viene condiviso e dove viene condiviso.

Vantaggi dei domini NFT

Oltre a poter ospitare un sito web decentralizzato, i domini NFT sono versatili e offrono ai loro proprietari molti vantaggi, tra cui la semplificazione dell’esperienza nel Web3, la completa proprietà dei dati e una forma di identità digitale. Ma cerchiamo di capirne di più partendo da un esempio che ti riguarda direttamente, se possiedi delle criptovalute.

Quando si partecipa al Web3, è necessario un wallet crypto con cui custodire le proprie criptovalute o NFT ed effettuare transazioni. Gli indirizzi dei wallet sono composti da lunghe e complicate stringhe alfanumeriche come bc1qw508d6qejxtdg4y5r3zarvary0c5xw7kv8f3t4, difficili da ricordare. Inviare e ricevere pagamenti in crypto, quindi, potrebbe essere soggetto a errori, poiché è necessario copiare e incollare ogni volta e con molta attenzione l’indirizzo del wallet.

Perdipiù, essendo il Web3 decentralizzato, e quindi privo di un’autorità centrale di controllo (come una banca), il minimo errore nell’indirizzo potrebbe comportare la perdita delle criptovalute o degli NFT, senza possibilità di recupero. Per questo motivo è molto importante prestare la massima attenzione durante le transazioni, oppure semplificare il processo utilizzando un dominio NFT. 

I domini NFT, infatti, sostituiscono questi indirizzi lunghi e complicati con nomi leggibili, come alice.crypto o mario.x, che semplificano le procedure e riducono le possibilità di sbagliare quando si inviano o ricevono token, . 

Unstoppable Domains è uno dei servizi più popolari e innovativi che si occupa proprio di questa tecnologia: un dominio NFT Unstoppable può essere utilizzato per inviare e ricevere oltre 275 coin e token su più reti blockchain, o come wallet per nft.

Ci sono altri vantaggi oltre a quello di custodia, collegati al discorso sui dati personali dei paragrafi precedenti.

La funzionalità “single sign-on”, ad esempio, permette di accedere con un unico account, rappresentato dal proprio dominio NFT, a oltre 270 applicazioni decentralizzate (DApp).

Questo significa che stanno per finire i tempi del Web2, in cui si hanno centinaia di nomi utente e password per ogni sito visitato e il controllo dei propri dati è assoggettato a limitate cookie policy. Sarà possibile invece avere il controllo sui dati personali che si condividono con i siti web che visitiamo. 

Non finisce qui. Abbiamo detto che il Web3 è incentrato sulla proprietà e sul mantenimento del controllo dei propri dati personali, ma spesso è comunque necessario condividere una email per ricevere aggiornamenti importanti dalle Dapp, dai giochi e dal tuo metaverso preferito, rendendo più difficile sapere chi ha accesso al proprio indirizzo email e gestire le proprie iscrizioni. 

Anche in questo caso c’è una soluzione pensata da Unstoppable Domains: ogni dominio NFT Unstoppable fornisce anche un indirizzo @ud.me, con cui è possibile inviare email in modalità anonima, senza rivelare il proprio indirizzo email effettivo. Grazie ad alcune integrazioni, è possibile utilizzarlo anche su email provider comuni come Gmail, o con servizi crittografati end-to-end come Skiff.

Custodia semplificata, account unico proprietario ed email privata: questo è solo un trailer delle potenzialità dei domini NFT nel Web3, il resto è da sviluppare e scoprire insieme.

Correlati