logo academy

Bitcoin spiegato facile: come parlarne ai tuoi

10 settembre, 2021
9 min
Bitcoin spiegato facile: come parlarne ai tuoi
Principiante
Cosa Imparerai

    Questo è un articolo dedicato (con tanta solidarietà) ai nostri amici Bitcoiner (o altcoiner) che hanno a che fare con gli sguardi dubbiosi, confusi o persino accusatori di amici, colleghi o genitori. Come si spiega bitcoin facilmente?

    A volte dirsi interessati di criptovalute agli altri suona come se gli stessimo parlando di oroscopo, Babbo Natale, gioco d’azzardo o complotti. Insomma, non sempre bene.

    Se però un giorno vi svegliate con la buona volontà e l’ottimismo per affrontare una discussione su Bitcoin, vogliamo che siate preparati. 

    “Mamma, papà. Devo dirvi una cosa. Io ho Bitcoin.”

    “Che cos’è Bitcoin?”

    Per introdurre l’argomento Bitcoin, spiegato facile, cominciamo con l’affermare che si tratta di una criptovaluta. Una delle tante, migliaia di criptovalute esistenti.

    Una criptovaluta è un tipo di moneta completamente digitale. Questo significa che non la puoi mettere in tasca, non la puoi toccare. La puoi però usare col telefono o sul computer, un po’ come fai col tuo conto in banca. Lo fai col tuo conto in banca, vero?

    Però è una criptovaluta. La differenza, ciò che la rende “-cripto” è il fatto che il suo funzionamento è basato sulla crittografia

    Se hai visto qualche film sulla seconda guerra mondiale, avrai sentito parlare di crittografia per quanto riguarda i codici cifrati che i militari usavano per comunicare in segreto (Es.:The Imitation Game). 

    Oppure su Whatsapp, quando ti rassicura che i messaggi che ti scambi con i tuoi figli sono protetti da crittografia. Questo vuol dire che solo tu e loro li potete decifrare.

    La stessa cosa accade con le criptovalute. Le criptovalute sono trasferite, custodite e spese su un sistema che si basa su crittografia, tecnologia che le rende sicure e private.

    Questo sistema si chiama blockchain.

    “Che cos’è la blockchain?”

    Quando accedi al tuo conto corrente di solito vedi una lista di movimenti. La lista delle tue spese, prelievi e denaro ricevuto.

    Immagina una lista del genere ma che riguarda il “conto” di tutto il mondo e che è pubblica. Questo non vuol dire che tutti sappiano le spese di tutti, infatti i dati identificativi sono scritti tutti in codice.

    Però tutti sanno che un certo quantitativo di denaro è andato da un punto all’altro, sanno quando è stato confermato e quando è stato richiesto.

    Ecco che cos’è la blockchain. Un gigantesco registro di transazioni crittografato.

    La crittografia è una cosa positiva, ma non è questa la rivoluzione della blockchain.

    La vera rivoluzione è che ogni scambio, ogni transazione fatta sulla blockchain è da utente a utente, senza intermediari, senza censure, senza possibile intervento da parte di terzi.

    Com’è possibile? Attraverso una rete di computer che conservano tutta la “lista movimenti” della blockchain e la controllano. 

    bitcoin

    Non è la singola banca, il singolo operatore che controlla ed elabora il bonifico. Qui è una rete distribuita di computer che valida la transazione. Computer che si controllano a vicenda perché nessuno rechi danno alla rete.

    “E quali sono i vantaggi della Blockchain?”

    Quindi non pago 4 euro (o più) per mandare soldi in modo istantaneo dall’Italia alla Svizzera. Non pago gli interessi imposti dalla banca. Non dipendo dalle politiche monetarie decise da poche persone da qualche parte in un palazzo di vetro. Magari oggi mi piace quello che fanno, magari domani no.

    “Ma non è denaro reale”

    Che cos’è il denaro? Te lo dico io. Il denaro è definito da 3 funzioni: riserva di valore, unità di conto e mezzo di scambio. 

    3 funzioni del denaro

    Questo significa che se metti 300 € in banca tra 5 anni saranno ancora più o meno 300, eccetto crisi in stile Venezuela. Significa che una moneta la puoi spendere facilmente ed è facile da dividere, contare, scambiare.

    Perciò, spiegare facilmente cos’è Bitcoin, definiamolo unità di conto e mezzo di scambio. Molti cominciano anche a considerarlo un investimento a lungo termine, e dunque riserva di valore.

    Poniamo che Bitcoin oggi non sia denaro in tutti e 3 i sensi. Be’, lo è negli altri due, e comunque può diventarlo. 

    Le criptovalute sono programmabili per definizione, puoi fargli fare quello che vuoi.

    “Però Bitcoin inquina!”

    Il mining di Bitcoin consuma molta energia, è vero.

    Infatti il mining è la creazione di nuovi Bitcoin attraverso dei complessi calcoli che necessitano di dispositivi potenti. 

    Ma 1) Chi fa mining lo fa per guadagnare. Se un’azienda di mining può operare a costi minori lo fa, e l’energia rinnovabile è notoriamente più economica.

    Infatti più di tre quarti dei miner di criptovalute stanno usando e investendo attivamente in fonti di energia rinnovabile

    Ma 2) La seconda criptovaluta sul mercato, Ethereum, si sta convertendo a un sistema che per la stessa funzionalità ha un impatto ambientale significativamente più sostenibile. L’alternativa esiste!

    “E’ vero che Bitcoin è usato dai criminali?”

    Non proprio, Bitcoin è usato per lo più da persone normali. Quella di associare bitcoin ad attività criminali è una narrativa usata dai media, e come tutti gli argomenti di nicchia va contestualizzato.

    I criminali cercheranno sempre di usare la tecnologia all’avanguardia per commettere crimini, ma la stragrande maggioranza delle persone che usano le criptovalute sono normali cittadini. Le aziende che si occupano di criptovalute stanno seguendo i regolamenti e lavorano proattivamente per impedire ai criminali di usare le loro piattaforme. Le truffe hanno una vita sempre più breve.

    “Costa troppo”

    Per acquistare bitcoin non ne devi prendere 1 intero spendendo migliaia di euro. Il prezzo di Bitcoin infatti si può dividere in centesimi esattamente come gli euro. Puoi acquistare anche 20€ di Bitcoin – è accessibile a chiunque!

    bitcoin

    “Bitcoin è usato solo per la speculazione”

    Bitcoin è usato anche per la speculazione. Cosa normale per un nuovo asset, come lo è stato per le dot.com (non so se ne hai sentito parlare). Quando verrà compreso il vero valore della tecnologia, questo verrà rispecchiato nel mercato. Ricordiamoci che il mercato è fatto da persone, i prezzi sono determinati da quello che fanno e pensano le persone.

    Molti fanno trading con Bitcoin, altri lo acquistano come investimento a lungo termine, ma c’è una grande fetta di volume dato da un uso regolare come quello dei pagamenti internazionali, specialmente nei paesi in cui il sistema bancario è assente o poco accessibile. 

    Per esempio, secondo il World Economic Forum, il 32% dei nigeriani possiede Bitcoin per i pagamenti peer-to-peer. In regimi come la Russia e la Bielorussia, invece, Bitcoin è a volte l’unico modo per finanziare gli sforzi anti-corruzione e le proteste. 

    persone senza conto in banca

    Chi ha creato Bitcoin e il mondo crypto?

    Questo non è molto chiaro. Il creatore si nasconde sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Satoshi decide di creare Bitcoin in seguito alla crisi economica del 2008, deluso dal sistema finanziario tradizionale. Seguiva il filone dei cosiddetti cypherpunk, un movimento culturale degli anni ’90 che protestava la mancanza di privacy nel settore bancario e su internet in generale.

    I governi lo vieteranno

    La maggior parte dei governi accettano le criptovalute e riconoscono che il settore è ormai troppo grande per essere vietato. 

    Alcuni governi possono sembrare ostili, ma stanno gradualmente imparando come le criptovalute possono migliorare interi settori economici e favorirli nella competizione con gli altri paesi. Le aziende di criptovalute stanno lavorando con i regolatori per trovare compromessi e soluzioni a beneficio di entrambe le parti.

    “Ho sentito che posso perdere i soldi e nessuno mi risarcirà”

    In casi rari, ma ci sono molti modi per recuperare le proprie criptovalute e prendere delle misure preventive per evitarlo. Primo tra tutti, informarsi!

    La perdita di criptovalute è l’eccezione, non la norma. La crittografia è ancora piuttosto nuova e a volte può sembrare troppo complicata o spaventosa

    Può aiutare il concetto di “fiducia nella tecnologia”, che fa ugualmente paura spesso, ma se ci pensi, una volta che ci abituiamo a una nuova applicazione o dispositivo cominciamo a fidarci di questo, perché sappiamo come funziona e cosa aspettarci. Ecco perché spiegare facile Bitcoin agli amici, è molto utile!

    Prima o poi inviare criptovalute ai propri amici potrebbe essere una cosa normale

    Considera che il livello di sicurezza è lo stesso in qualsiasi sistema: tutto ha un rischio, ma tra sistema tradizionale e crypto l’unica differenza è la tipologia di rischio.

    Bitcoin spiegato facile: l’arte della pazienza

    È normale che inizialmente i tuoi siano diffidenti, essendo abituati alle banche fisiche, ai contanti, ad ascoltare ciò che dice la televisione e non le parole di esperti. Con questa guida alle crypto e un po’ di pazienza forse diventeranno entusiasti come noi!

    Correlati