logo academy

Gli strumenti finanziari: ETF, fondi e materie prime

14 ottobre, 2020
7 min
Gli strumenti finanziari: ETF, fondi e materie prime
Principiante
Cosa Imparerai

    Questi strumenti finanziari, meno conosciuti di azioni e obbligazioni, presentano vantaggi e svantaggi differenti. La domanda che dobbiamo porci è: vogliamo proteggere il nostro capitale, ottenere un rendimento o un profitto? ETF e fondi comuni garantiscono un portafoglio diversificato, ammortizzando così il rischio. Criptovalute e materie prime invece sfruttano la volatilità data dalla leva domanda-offerta offrendo una percentuale di rischio-rendimento maggiore.

    Cosa sono gli ETF e gli Index Fund

    Che cosa vuol dire ETF? E’ un acronimo inglese, che significa Exchange-Traded Fund.
    Gli ETF sono fondi di investimento a gestione passiva. Un ETF prende un indice di riferimento, chiamato benchmark, e ne copia l’andamento. 

    Gli indici sono panieri di strumenti finanziari rappresentativi di un certo mercato (italiano, francese, americano…) o settore (agricolo, energetico, videoludico…). Un esempio di indice finanziario è Italia 40, che raccoglie le maggiori aziende italiane per capitalizzazione. I più noti all’estero invece sono S&P 500 (USA) o DAX 30 (Germania). 

    Quindi investendo in un ETF si investe in un insieme diversificato di quote di grandi aziende rappresentative del mercato specifico. Poiché gli ETF si limitano ad emulare questo insieme di asset, presentano commissioni di gestione convenienti. Queste, infatti, variano dallo 0,2% all’ 1% all’anno, con una media annua dello 0,5%.

    Come si guadagna? 

    Gli ETF consentono di risparmiare molto tempo in ricerca e studio dei mercati. Come i fondi di investimento, alcuni ETF sono più performanti di altri. La performance varia in base alla modalità con cui replicano il benchmark. A differenza dei fondi comuni, gli ETF si possono comprare e vendere nei mercati azionari come fossero azioni singole. Leggendo il prospetto informativo è possibile sapere con esattezza cosa contiene un ETF. Trattandosi di panieri diversificati, il tasso di rischio e i costi sono ridotti.

    Cosa sono i fondi comuni di investimento 

    Sono strumenti finanziari non tradizionali che riuniscono il fondi di più risparmiatori. Questi insiemi di fondi vengono investiti come un unico patrimonio in attività finanziarie di diversi tipi. Sostanzialmente, il fondo è una scatola che al proprio interno contiene tante attività finanziarie. Gli importi investiti sono divisi in parti unitarie dette “quote”. Due grandi vantaggi dei fondi sono la loro diversificazione ed il fatto che vengono gestiti da professionisti

    Come si guadagna? 

    Scegliendo un fondo, ci si affida a un esperto che investe i nostri risparmi in un basket diversificato. Diversamente dagli ETF, che sono forme di investimento passivo, il tuo rendimento dipende dalle performance del fondo. È infatti il fondo comune a gestire tutto il processo di investimento. Dall’analisi del mercato, alla scelta delle aziende, al bilanciamento del paniere di investimenti.

    Cosa sono i prodotti derivati

    Si tratta di strumenti complessi, poiché assumono diverse forme e si basano su un’attività sottostante. In base al movimento del prezzo dell’attività sottostante, il valore del prodotto varia. L’attività sottostante può essere di qualunque natura (materie prime, titoli, tassi di cambio, condizioni meteorologiche, etc.). I derivati possono portare ad alti rendimenti ma hanno un’altrettanto elevata volatilità. Sono inoltre molto difficili da capire e utilizzare, per questo è meglio affidarsi ad un esperto.

    Si usano solitamente per tre finalità:

    1. ridurre il rischio finanziario di un portafoglio preesistente (finalità di copertura o, anche, hedging);
    2. esporti a un alto rischio per avere un profitto (finalità speculativa);
    3. conseguire un profitto privo di rischio attraverso transazioni combinate sul derivato e sul sottostante (finalità di  arbitraggio).

    Come si guadagna? 

    Ci sono molteplici prodotti derivati e conseguentemente diversi modi di trarne profitto. Prendiamo il caso di una option come esempio di prodotto derivato. Se acquisti una option su una macchina, significa che stai comprando il diritto di acquistarla a determinate condizioni. Ad esempio, a 30.000€ dopo sei mesi. Se dopo sei mesi il mercato vende la stessa auto a 50.000€, tu potrai comunque acquistarla al prezzo precedentemente stabilito e guadagnerai 20.000€. Se invece il mercato la venderà a 15.000€ la comprerai dal mercato e non eserciterai la tua option.

    Cosa si intende per materie prime

    Le Materie prime più scambiate sul mercato sono oro, argento e petrolio greggio. Ci sono tuttavia mercati anche per svariati altri prodotti del settore primario. Per investire sulle materie prime in modo diretto le si può acquistare su una piattaforma di trading dedicata. In alternativa si può investire in contratti derivati su materie prime. A differenza degli altri strumenti finanziari, il loro valore non deriva da un tasso d’interesse o dalla crescita di aziende. Poiché sono beni che si possono consumare o trasformare, il loro valore dipende dalla leva della domanda e dell’offerta.

    Come si guadagna?

    Puoi acquistare direttamente delle partite di chicchi di caffè o un contratto derivato sui chicchi di caffè. In base alla domanda e all’offerta della materia prima il valore di questi cambierà. Comprando al ribasso e vendendo al rialzo potrai realizzare un rendimento.

    Come funzionano i Real Estate (immobili)

    È una classe di investimenti che porta con sé diversi vantaggi:

    • gli elevati rendimenti dati dai canoni di locazione
    • un mercato indipendente da quello di azioni e obbligazioni.

    Tuttavia, sono una tipologia di investimento a lungo termine e illiquido.  

    Comprare casa non significa investire in un bene immobile. Questa tipologia di asset richiede un approfondito studio del settore immobiliare. Lo scopo infatti è quello di acquistare con un forte sconto rispetto al prezzo di mercato. Insomma, richiede una serie di valutazioni specifiche che non si fanno quando si compra casa per sé. Se acquistiamo per investimento, generalmente dobbiamo farlo con lo scopo preciso di guadagnare nel lungo periodo.

    Investire nell’immobiliare non significa solo acquistare appartamenti, che specialmente in questi tempi sono difficilmente liquidabili. Significa anche acquistare azioni di società immobiliari attraverso vari strumenti finanziari. Quest’ultimo tipo di investimento è più vantaggioso per quanto riguarda le commissioni e il taglio dell’investimento iniziale.

    strumenti finanziari

    Come si guadagna? 

    Investire in un immobile non paga tassi di interesse, ma canoni di locazione che si ricevono ogni mese. Inoltre, se il valore dell’immobile aumenta nel tempo, lo si può rivendere a un prezzo maggiorato. Per quanto riguarda l’investimento sul Real Estate in borsa, funziona come qualsiasi azione o ETF, ma applicato al mercato immobiliare.

    Come funzionano le Criptovalute

    Sono un asset class non tradizionale e non riconosciute come strumenti finanziari in un certo numero di Paesi. Sono caratterizzate da un’alta volatilità ma allo stesso tempo hanno potenziali rendimenti elevati. Questo è rilevante soprattutto in momenti di recessione economica. Si escludono da questo discorso quelle criptovalute il cui prezzo è ancorato a beni tradizionali, le stablecoin.

    Il meccanismo alla base della compravendita di criprovalute è molto simile a quello delle valute fiat. Il loro valore infatti è dettato dall’incontro di domanda e offerta e si guadagna sulla compravendita strategica. Per capirne esattamente la meccanica, lo confronteremo al Forex. Il Forex è il mercato delle valute a corso legale, come Euro, dollaro o yen. Sfruttando questo paragone, spiegheremo le varie tecniche di analisi e di trading.

    Correlati